Percezione e lettura visive

mostra di pittura e scultura dal 12 giugno al 2 luglio 2010

Titolare la mostra  “Percezione e lettura visive” sottolinea l’intento di spostare  l’accento sopra una questione scottante inerente l’odierna iconografia . Si tratta dei caratteri che vanno definendo le nuove modalità della fruizione artistica.

Classicamente, per la cultura occidentale, l’interazione fra il lavoro artistico e il fruitore fa  leva sulla lettura in chiave di sensibilità e riflessione, ossia su un rapporto capace di accedere all’opera così che l’interpretare,  preferibilmente da un’adeguata vicinanza, faccia vivere ciò che crea l’artista.

L’immagine di oggi parla un linguaggio culturalmente  complesso a fronte di un contesto che tende a sostituire la vicinanza con un contatto, virtuale o fisico, spesso pervasivo e ottundente in grado di spersonalizzare tramite l’offerta di un modello proponente solo un affollamento visivo anonimo.

La nuova figurazione imposta la sua sfida se riesce a coniugare le tecnodinamiche istanze contemporanee – attingendo alle loro risorse migliori – con le esigenze “sempreverdi” della fruizione, innovandola.

Giovanna Arancio

Share and Enjoy:
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Lascia una risposta